Notizie
Caricando...

Urania: in arrivo Lock In di Scalzi e Atrocity Archives di Stross

Mondadori ha annunciato che verrà pubblicato a luglio sulla collana Urania l'ultimo romanzo di John Scalzi, Lock In. il titolo è già opzionato per una serie TV




La notizia è giunta quasi insperata poche ore fa, attraverso il blog ufficiale di Urania: Mondadori pubblicherà a luglio Lock In, l'ultimo romanzo dello scrittore John Scalzi.



Pubblicato negli Stati Uniti nell'estate del 2014 ed entrato immediatamente nella classifica dei libri più venduti del The New York Times (grazie alla mobilitazione del vasto fandom dello scrittore), l'ultima fatica di Scalzi è già stata opzionata per un adattamento televisivo da Legendary Television.

Lock In

La prima incursione nel genere poliziesco di Scalzi prende il via con la diffusione di un misterioso virus su scala globale. Per la stragrande maggioranza della popolazione è poco più di un'influenza, ma per l'1% dell'umanità la malattia degenera in una condizione denominata lock-in e in tutto e per tutto simile alla sindrome del chiavistello. Questa patologia, realmente esistente, impedisce ai pazienti di muoversi e interagire nonostante siano del tutto svegli e coscienti.

I pazienti del romanzo, noti come Hadens, vengono assistiti da unità robotiche che permettono loro di uscire almeno parzialmente dal loro isolamento.

Anni dopo lo scoppio dell'epidemia, l'agente del FBI Chris Shane si ritroverà ad indagare su un caso di omicidio collegato a uno degli Hadens e al personale che lo coadiuvava nell'utilizzo della tecnologia per interagire con il mondo. Mentre le indagini si fanno più complicate del previsto, un nuovo Haden viene ucciso con le stesse modalità e scatta la caccia a quello che potrebbe essere un vero e proprio serial killer.

John Scalzi

Anche se in Italia è ancora poco noto, Scalzi è una delle voci più autorevoli e amate della fantascienza statunitense contemporanea, tra i pochissimi capaci di travalicare il fandom di genere e arrivare nella classifica di vendite di The New York Times.

Di origine italo-americana, lo scrittore fantascientifico è un attivissimo blogger: il suo sito, Whatever, è tra i blog personali più visitati al mondo.

In qualità di scrittore Scalzi ha raggiunto il successo con la saga di Old Man's War, edita in Italia da Gargoyle Books. La genesi è molto simile a quella del successo di Andy Weir (autore de L'uomo Di Marte): auto-pubblicato sul suo blog capitolo dopo capitolo, il primo dei cinque libri che compongono la saga è stato scaricato decine di migliaia di volte, tanto da spingere editori tradizionali a proporre un contratto al suo autore.

Attualmente Scalzi è legato a Tor Books per un contratto decennale che prevede anche un sequel di Lock In. Intanto anche Hollywood si è fatta avanti, bloccato i diritti di realizzazione di quest'ultima opera. Negli anni si sono susseguite molte voci anche su un possibile adattamento televisivo di Old Man's War.

Nel 2014 Urania aveva già portato in Italia il precedente romanzo dell'autore, grazie cui Scalzi aveva vinto il premio Hugo. Uomini In Rosso è un'irriverente parodia del mondo di Star Trek e della pochezza narrativa che ha caratterizzato tante produzioni televisive fantascientifiche con cui è cresciuta l'attuale generazione di scrittori SFF e geek di successo. Di questo gruppo sempre più influente John Scalzi è l'ideale portavoce assieme a Ernest Cline, autore del romanzo da cui verrà tratto il film Ready Player One.

L'intervista



Stross e Atrocity Archives


Primo della lunghissima serie Laundry Files (Lavanderia) iniziata nel 2004 e che mischia fantascienza, horror lovecraftiano e spy story all'inglese. In Italia era già apparso il secondo, Giungla di cemento, premio Hugo 2004, edito da Delos.

Anche questa è in odore di serie TV (ormai si pubblica solo se poi ci saranno trasposizioni...) e l'autore sul suo blog ha pubblicato la sua cronologia

Leggi le recensioni su goodreads.com
Condividi su Google +

About Jimi Paradise

Jimi Paradise vuol dire gossip, celebrità, spettacolo... Ma anche Fantascienza!

0 commenti :

Post a Comment